domenica 20 Giugno 2021

Effetti avversi e nessuna Efficacia accertata nei nuovi vaccini mRNA

Usa il pulsante altro per altre funzioni di condivisione
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Leggimi questo articolo

EFFICACIA DEI VACCINI MRNA

A dicembre 2020, non ci sono risultati sottoposti a revisione paritaria sull’efficacia di eventuali potenziali vaccini a mRNA [29] e in particolare sulle loro risposte dei linfociti T , sulla durata degli anticorpi che producono (i ricercatori hanno osservato nelle sperimentazioni in fase iniziale dei vaccini a mRNA segni di persistenza duratura degli anticorpi contro alcuni patogeni, come il citomegalovirus , ma diminuzione dell’immunità contro altri, inclusa l’ influenza ), [8] e se i vaccini a mRNA possono dare “immunità bloccante la trasmissione” (cioè una volta vaccinato, l’individuo non può infettare gli altri). [8]

Nel dicembre 2020, il professor Yossi Karko, che ha supervisionato gli studi sull’mRNA presso l’ Hadassah Medical Center , ha avvertito che c’erano limitazioni ai dati forniti fino ad oggi sui vaccini a mRNA e che l’efficacia copriva un breve periodo. [30] Peter Doshi, editore associato del British Medical Journal , ha espresso cautela per la mancanza di dati al di fuori dei comunicati stampa, e in particolare per il fatto che “in precedenza ho sostenuto che gli studi stanno studiando l’endpoint sbagliato e per un’urgente necessità di correggere il corso e studiare endpoint più importanti come la prevenzione di malattie gravi e la trasmissione nelle persone ad alto rischio “. [31]

Gli scienziati non erano nemmeno chiari sul motivo per cui i nuovi vaccini mRNA COVID-19 di Moderna e BioNTect / Pfizer hanno mostrato potenziali alti tassi di efficacia dal 90 al 95 percento (dai loro comunicati stampa di novembre), quando le precedenti sperimentazioni con mRNA su altri patogeni ( cioè diversi da COVID-19), non erano così promettenti e hanno dovuto essere abbandonati nelle prime fasi della sperimentazione. [29] Virologa Margaret Liuha affermato che potrebbe essere dovuto al “volume di risorse” che è andato in sviluppo, o che i vaccini potrebbero “innescare una risposta infiammatoria aspecifica all’mRNA che potrebbe aumentare la sua risposta immunitaria specifica, dato che la tecnica dei nucleosidi modificati ha ridotto infiammazione ma non l’ha eliminata completamente “, e che” questo può anche spiegare le intense reazioni come dolori e febbri riportate in alcuni destinatari dei vaccini mRNA SARS-CoV-2 “(si credeva che queste febbri fossero effetti reattogeni del molecole di rilascio di farmaci lipidici). [29]

Oltre all’efficacia dei potenziali vaccini a mRNA in condizioni di sperimentazione clinica, l’ efficacia effettiva dei vaccini a mRNA distribuito potrebbe anche essere difficile da sostenere a livelli elevati. [29] A differenza delle molecole di DNA, la molecola di mRNA è una molecola molto fragile che si degrada in pochi minuti in un ambiente esposto, e quindi i vaccini a mRNA devono essere trasportati e conservati a temperature molto basse. [10] Al di fuori della cellula umana, o del suo sistema di somministrazione dei farmaci, anche la molecola di mRNA viene rapidamente scomposta dal corpo umano[5] Questa fragilità della molecola di mRNA è un ostacolo all’efficacia effettiva di qualsiasi vaccino a mRNA a causa della disintegrazione della massa prima che entri nelle cellule, ciò potrebbe indurre le persone a credere e ad agire, come se fossero immuni quando non lo sono[10] [5]

EFFETTI AVVERSI DEI VACCINI MRNA

Specifico [ modifica ]

  • I filamenti di mRNA nel vaccino possono provocare una reazione immunitaria indesiderata; per ridurre al minimo ciò, le sequenze del vaccino mRNA sono progettate per imitare quelle prodotte dalle cellule di mammifero (cioè cellule umane). [5]
  • Alcune piattaforme vaccinali basate su mRNA inducono potenti risposte all’interferone di tipo I , che sono state associate non solo all’infiammazione ma anche potenzialmente all’autoimmunità . Pertanto, l’identificazione di individui a maggior rischio di reazioni autoimmuni (es. Lupus ) prima della vaccinazione con mRNA può consentire l’adozione di precauzioni. [6]
  • I rischi associati ai filamenti di mRNA che non sono riusciti a passare in una cellula umana sono considerati bassi, poiché la fragile molecola di mRNA dovrebbe essere rapidamente scomposta all’interno del corpo una volta che il suo sistema di somministrazione del farmaco si è eroso. [10]
  • Il sistema di rilascio di farmaci tenendo la molecola di mRNA (protezione dei filamenti di mRNA fragili da essere ripartiti per il corpo prima di entrare nella cellula umana), sono di solito pegilato nanoparticelle lipidiche che possono essere reactogenic , innescando le proprie reazioni immunitarie, e causando danni al fegato a dosi più elevate[45] Forti effetti reattogenici sono stati segnalati in prove di nuovi vaccini COVID-19 RNA. [46]
  • Inoltre, l’RNA extracellulare è noto per essere un fattore che promuove la coagulazione del sangue e aumenta la permeabilità dell’endotelio. L’aumento della permeabilità endoteliale può portare a edema e stimolare la coagulazione del sangue che comporta un rischio di formazione di trombi, da qui il rischio di infarto (soprattutto infarto cerebrale), trombosi o embolia polmonare [1] [2] .
Commenti