Leggimi l'articolo

Ci sono stati 25 casi di coagulazione del sangue con piastrine basse dopo l’uso del vaccino BioNTech / Pfizer e cinque casi di coagulopatia con piastrine diminuite dopo l’uso del vaccino moderno.

L’Agenzia norvegese per i medicinali ha dichiarato in un comunicato stampa che due di questi rapporti provengono dalla Norvegia.

Per quanto riguarda il numero di dosi somministrate, queste sono pochissime. Con le informazioni finora, non ci sono basi per dire che questa è la stessa immagine della malattia che abbiamo visto dopo la vaccinazione con Vaxzevria (ndr di AstraZeneca), afferma il direttore medico Sigurd Hortemo nel comunicato stampa.

L’incidenza di coaguli di sangue aumenta con l’età e una bassa conta piastrinica può essere osservata in molte malattie croniche, ma insieme sono rare.

Sono state richieste ulteriori informazioni sulle due lettere per una valutazione più dettagliata, afferma.

Fino a nuovo avviso, la pausa di AstraZeneca continua e l’introduzione del vaccino Johnson & Johnson in Norvegia è stata ritardata. È stato nominato un gruppo di esperti che entro il 10 maggio fornirà una raccomandazione al governo su come utilizzare questi vaccini approvati dall’UE / SEE in Norvegia.

Al 20 aprile, in Norvegia sono state ricevute 11.422 segnalazioni di sospetti effetti collaterali dei vaccini contro il Coronavirus. 7108 di questi messaggi sono stati elaborati. 789 è stato classificato come grave e 6319 è stato classificato come non pericoloso.

Commenti
Condividi su