“Troppi segreti”. Così la bibbia inglese della scienza stronca i tre vaccini anti-Covid

Usa il pulsante altro per altre funzioni di condivisione
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Leggimi questo articolo

Un atto d’accusa durissimo alla sperimentazione dei vaccini anti-Covid. Partito non da un blog di no-Vax, bensì dal British Medical Journal, una delle riviste che – assieme a Lancet – si contende la palma di vera e propria bibbia della scienza.

A firmalo è l’editore associato Peter Doshi, che si chiede quanta attendibilità possano avere i roboanti annunci fatti in serie da Pfizer, Moderna e Astrazeneca sull’efficacia dei propri ritrovati. Annunci che, a prima vista, sembrano davvero autorizzare all’ottimismo – con percentuali di efficacia dei vaccini oltre il 90% dei casi – ma che, se si analizza la questione più in profondità, lasciano perplessi i protagonisti della comunità scientifica.

CONTINUA A LEGGERE

Commenti