domenica 20 Giugno 2021

I ricercatori avvertono che i vaccini COVID-19 possono aumentare il rischio di contrarre l’HIV

Usa il pulsante altro per altre funzioni di condivisione
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Leggimi questo articolo

Un gruppo di ricercatori ha avvertito della rivista medica The Lancet, i vaccini Covid-19 attualmente in fase di sviluppo potrebbero aumentare il rischio di contrarre l’HIV, portando potenzialmente a un aumento delle infezioni.

https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(20)32156-5/fulltext

ricercatori mettono in guardia da un “racconto ammonitore” dagli sforzi per creare un vaccino contro l’HIV oltre un decennio fa, in cui un promettente candidato vaccino in realtà aumentava il rischio che alcuni uomini prendessero il virus.

Il vaccino ha utilizzato un virus modificato – chiamato adenovirus 5 (Ad5) – come vettore per trasportare parte del materiale genetico dell’HIV nel corpo.

Ad5 è utilizzato come vettore in alcuni vaccini Covid-19 –   Science  identifica  quattro di questi candidati che sono attualmente sottoposti a sperimentazioni cliniche in vari paesi del mondo, inclusi gli Stati Uniti, con due sperimentazioni di fase 3 su larga scala in corso in Russia e Pakistan.

I ricercatori hanno sottolineato la necessità di comprendere il ruolo che Ad5 potrebbe svolgere nell’aumentare i rischi di HIV nelle popolazioni vulnerabili prima di sviluppare e distribuire vaccini utilizzando il vettore, aggiungendo che i documenti di consenso informato dovrebbero riflettere la “considerevole letteratura” sul rischio di acquisizione dell’HIV con Ad5 vettori.

Come riportato da GreatGameIndia , di recente l’ Australia ha cancellato un accordo per il vaccino contro il coronavirus da un miliardo di dollari dopo che diversi partecipanti alla sperimentazione sono risultati positivi all’HIV

Persino lo scienziato australiano dei vaccini Nikolai Petrovsky aveva avvertito il governo del rischio di includere l’HIV in un vaccino mesi prima della firma dell’accordo da 1 miliardo di dollari.

Come   riportato in precedenza a febbraio un gruppo di scienziati indiani ha scoperto che il  Coronavirus è stato progettato con inserzioni simili all’AIDS . Lo studio ha concluso che era improbabile che un virus avesse acquisito tali inserzioni uniche naturalmente in un breve periodo di tempo.

Sebbene lo studio sia stato ritirato dopo aver attirato pesanti critiche da parte di esperti sui social media,  Luc Montagnier, lo stesso virologo francese vincitore del Premio Nobel, ha confermato le conclusioni dello studio .

Lo studio ha concluso che è a causa di questi 4 nuovi  inserti simili all’AIDS nel Coronavirus  che il virus è passato agli esseri umani originariamente noti solo per infettare gli animali.

Queste proteine ​​sono fondamentali per i virus per identificare e attaccarsi alle loro cellule ospiti e per l’assemblaggio virale. Poiché le proteine ​​di superficie sono responsabili del tropismo dell’ospite, i cambiamenti in queste proteine ​​implicano un cambiamento nella specificità dell’ospite del virus. Secondo i rapporti dalla Cina, c’è stato un aumento della specificità dell’ospite nel caso 2019-nCoV poiché il virus era originariamente noto per infettare gli animali e non gli esseri umani, ma dopo le mutazioni ha acquisito il tropismo anche per gli umani.

Lo studio dà credito ai precedenti rapporti di  GreatGameIndia su come il  Coronavirus è stato progettato in un laboratorio  e utilizzato come arma. Ora è stato rivelato tramite e-mail ottenute tramite richieste di documenti pubblici che  “l’origine naturale del Coronavirus” era un mito orchestrato .

Le e-mail ottenute da US Right to Know mostrano che una dichiarazione su  The Lancet,  scritta da 27 eminenti scienziati della sanità pubblica, che condannava “teorie del complotto che suggeriscono che COVID-19 non ha un’origine naturale” è stata organizzata dai dipendenti di EcoHealth Alliance, un gruppo senza scopo di lucro che ha ricevuto milioni di dollari di finanziamenti dai contribuenti statunitensi per  manipolare geneticamente i coronavirus  con gli scienziati  dell’Istituto di virologia di Wuhan .

Le e-mail mostrano che il presidente di EcoHealth Alliance Peter Daszak ha redatto la dichiarazione di Lancet e che intendeva che “non fosse identificabile come proveniente da una qualsiasi organizzazione o persona”, ma piuttosto che fosse vista come “semplicemente una lettera di importanti scienziati”. Daszak ha scritto di voler “evitare l’apparenza di una dichiarazione politica”.

Nel frattempo, la Cina ha iniziato a utilizzare  farmaci contro l’AIDS per il trattamento del Coronavirus . La Cina sta utilizzando i farmaci per l’HIV di AbbVie Inc come trattamento ad hoc per la polmonite causata dal nuovo coronavirus mentre la ricerca globale di una cura continua.

Commenti