Leggimi l'articolo

L’encefalomielite acuta disseminata (ADEM) è una malattia infiammatoria, solitamente monofasica, immunomediata, demielinizzante del sistema nervoso centrale che coinvolge la sostanza bianca.

L’ADEM è più frequente nei bambini e di solito si verifica dopo infezioni virali, ma può seguire vaccinazioni, infezioni batteriche o può verificarsi senza eventi precedenti. Solo il 5% dei casi di ADEM è preceduto dalla vaccinazione entro un mese prima della comparsa dei sintomi.

La diagnosi di ADEM richiede sia il coinvolgimento multifocale sia l’encefalopatia e specifiche lesioni demielinizzanti della sostanza bianca. La prognosi complessiva dei pazienti con ADEM è spesso favorevole, con un recupero completo riportato nel 23-100% dei pazienti di coorti pediatriche e un esito più grave nei pazienti adulti.

Descriviamo il primo caso di ADEM avvenuto pochi giorni dopo la somministrazione del vaccino contro l’influenza stagionale virosomiale. Il paziente, un uomo caucasico di 59 anni con una storia medica passata insignificante presentata al ricovero, ha diminuito la vigilanza, 10 giorni dopo la vaccinazione antinfluenzale. Durante i 2 giorni successivi al ricovero, le sue condizioni cliniche sono peggiorate con sonnolenza e febbre fino al coma. La risonanza magnetica del cervello ha mostrato lesioni multiple e simmetriche della sostanza bianca sia nell’emisfero cerebellare che in quello cerebrale, suggerendo una malattia demielinizzante con attività infiammatoria, compatibile con ADEM. Il paziente è stato trattato con alte dosi di steroidi e immunoglobuline per via endovenosa con conseguenze rilevanti e gravi esiti neurologici.

Commenti
Condividi su